Verso il 25 novembre 2022 - Le iniziative dello SPI Bologna

Come ogni anno le leghe dello SPI CGIL della città metropolitana di Bologna si sono prodigate in uno sforzo organizzativo e politico enorme per dare il giusto risalto alla data del 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza di genere.

Di seguito le iniziative organizzate sul territorio (in aggiornamento).


LEGA SPI OZZANO DELL’EMILIA

25 Novembre

Ore 21 – “Io valgo” Letture e riflessioni a cura dell’Associazione Legg’io, presso la sala ProLoco in via degli orti 16/a, Ozzano dell’Emilia

Scarica il volantino delle iniziative della lega di Ozzano

LEGA SPI CGIL BARICELLA

25 novembre – Presso il Centro Culturale il Bargello, via Europa 3, Baricella

Ore 16.30 – Inaugurazione murales di Giula Frascari e inaugurazione Mostra “La forza delle Donne”

ore 18.00 – Spettacolo teatrale “Donna – Amore – Vita”

Inaugurazioni panchine rosse:

25 novembre ore 11.30 a San Gabriele
26 novembre ore 15.00 a Passo Segni
27 novembre ore 11.00 a Boschi con l’associazione Donne di Boschi

Scarica il volantino delle iniziative della lega di baricella

LEGA SPI CGIL MONTE SAN PIETRO

26 novembre

Ore 10.30 – Inaugurazione allestimento “Per non dimenticare” presso la piazza del municipio di Monte San Pietro.

Scarica il volantino delle iniziative della lega di Monte San Pietro

LEGA SPI CGIL MALALBERGO

25 novembre

Ore 18.30 -Interventi per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, Auditorium Minghetti di Altedo

Scarica il volantino delle iniziative della lega di Malalbergo

LEGA SPI CGIL PIANORO

25 novembre

Ore 20.15 – Letture in Piazza dei Martiri a Pianoro
Ore 20.30 – Fiaccolata verso il Centro Giovanile Pianoro Factory
Ore 21.00 – Spettacolo teatrale “Da lì canto e racconto… con voci Rosso Sangue” Presso il centro giovanile Pianoro Factory

Scarica il volantino delle iniziative della lega di Pianoro

LEGA SPI CGIL MONTERENZIO

Volantino di supporto per le donne vittime di violenza

Scarica il volantino delle iniziative della lega diMonterenzio

LEGA SPI CGIL ARGELATO

25 novembre

Ore 20.30 – Spettacolo teatrale “e venne il giorno del cambiamento” presso il Teatro comunale di Argelato

Scarica il volantino delle iniziative della lega di Argelato

LEGA SPI CGIL CASALECCHIO

26 novembre

Ore 15.00 – Presentazione libro “Maria Giudice. La leonessa del socialismo” con l’autrice Maria Rosa Cutrufelli, presso la Casa della Solidarietà ex Salvemini

Scarica il volantino delle iniziative della lega di Casalecchio

LEGA SPI CGIL VALSAMOGGIA

Dal 20 novembre al 4 dicembre

Mostra di opere d’arte “Donna.Mondo” presso la sala conferenze della Biblioteca di Crespellano

Scarica il volantino delle iniziative della lega di Valsamoggia

LEGA SPI CGIL PORTO-SARAGOZZA

27 novembre

ore 21.00 – Spettacolo teatrale “Kintsugi” presso la Casa di Quartiere Saffi, Via Ludovico Berti 2/10

Scarica il volantino delle iniziative della lega di Porto-Saragozza

LEGA SPI CGIL BUDRIO

23 novembre

Ore 21- Conferenza “Una rete contro la violenza sulle donne”

25 novembre

Ore 8.25- Distribuzione fiocchi bianchi all’ingresso dell’ITIS Giordano Bruno

Ore 21.00 – Spettacolo “I am Billie”

Dal 21 al 28 Novembre

Installazione presso il voltone del comune dal titolo “…davvero se l’è cercata?”

Scarica il volantino delle iniziative della lega di Budrio

LEGA SPI CGIL PIEVE DI CENTO

27 novembre

Ore 18.00 – Incontro con Mirella Signoris (SPI), Nedda Alrberghini (attivista), Mara Biondi (Libera) e Francesca Tassinari (assessora alle pari opportunità)

Ore 19.30 – Concerto “Donne, piccole come stelle” di Giorgia Zangrossi

Scarica il volantino delle iniziative della lega di Pieve di Cento

LEGA SPI CGIL GALLIERA

25 novembre

Ore 20.30 – Reading teatrale “è successo anche a te?” presso l’auditorium Scuola Media Giovanni XXIII

Scarica il volantino delle iniziative della lega Galliera

LEGA SPI CGIL BORGO RENO

25 novembre, presso Auditorium “Riccardo Bacchelli” via Galeazza 2

Ore 17.00 – Interventi di Elena Gaggioli (presidente quartiere), Vincenzo Naldi (Consigliere comunale), Andreina Jimenez (Associazione Hermanas mirabal del Bologna) e Leonardo Barcelo (in collegamento da Santiago)

Ore 17.30 – Spettacolo “L’amore si insegna”

Scarica il volantino delle iniziative della lega Borgo Reno

Da gennaio 2023 maxi rivalutazione delle Pensioni!

Finalmente una buona notizia per i pensionati italiani. Dal prossimo gennaio le pensioni saranno rivalutate in modo significativo, consentendo un’importante tutela del potere d’acquisto e portando di conseguenza un adeguamento al costo della vita per tutti, seppur parziale.

Si tratta praticamente di una mensilità in più all’anno.

Il meccanismo di calcolo è stato riconquistato dai sindacati dei pensionati lo scorso anno con il governo Draghi dopo anni di mobilitazioni e definisce una rivalutazione del 100% per l’importo di pensione fino a quattro volte il trattamento minimo, del 90% per l’importo da quattro a cinque volte e del 75% per l’importo superiore a cinque volte.

Per effetto di questo meccanismo e di un indice d’inflazione stabilito al 7,3% dall’Istat, le pensioni aumenteranno pertanto come segue:

Dopo anni di blocchi e di tagli, la rivalutazione delle pensioni torna quindi a pieno regime portando una boccata d’ossigeno per milioni di pensionati italiani in un momento particolarmente complicato per il nostro paese, con il forte aumento dei prezzi e delle bollette.

“Dopo la legge delega sulla non autosufficienza ora la rivalutazione delle pensioni. Il meccanismo di calcolo che abbiamo riconquistato un anno fa nel confronto con il governo Draghi porterà da gennaio importanti aumenti per tutti”, ha commentato il Segretario generale dello Spi-Cgil Ivan Pedretti.

“Per ottenerlo ci sono volute piazze, manifestazioni, iniziative.

Oggi possiamo dire di aver fatto un buon lavoro e di aver ottenuto maggiori diritti e tutele per le persone che rappresentiamo. Avanti così!

 


Approvata la legge sulla non autosufficienza!

Il Consiglio dei Ministri, l’ultimo del governo ancora in carica, si è riunito oggi pomeriggio e ha approvato il Disegno di Legge Delega sulla non autosufficienza degli anziani.
La nostra battaglia trova finalmente una risposta: sanità territoriale e di prossimità, semplificazione e riorganizzazione dell’accesso ai servizi socio-assistenziali, riforma delle Rsa, strumenti per la domiciliarità e in favore dell’invecchiamento attivo.
La condizione degli anziani viene messa al centro per non lasciarli più soli al proprio destino e per dare un sostegno concreto a milioni di famiglie su cui per troppo tempo è stato scaricato il peso, spesso insostenibile, della cura dei propri cari.
Senza la determinazione e il massimo sforzo, anche di mobilitazione, messo in campo in questi anni dai Sindacati dei pensionati questo risultato non sarebbe stato raggiunto.
Abbiamo detto a lungo che il paese aveva fortemente bisogno di questa riforma. Dobbiamo essere contenti di averla portata a casa.
Ora bisognerà applicarla e noi vigileremo sul nuovo governo e parlamento affinché lo facciano.


SPINPIAZZA - Il sindacato dei pensionati per una settimana nelle piazze di Bologna

Il sindacato pensionati SPI CGIL di Bologna sarà nelle piazze e in tanti  luoghi di passaggio e di ritrovo dei cittadini di tutto il territorio bolognese (quartieri e Comuni) nelle mattinate dal 3 al 10 settembre.

Si potranno ricevere informazioni sui diritti, benefici, BONUS, servizi previdenziali, fiscali e sanitari. Sarà una bella opportunità per parlare della diminuzione delle tasse sulle pensioni, dell’aumento dei salari e degli stipendi, della cancellazione del lavoro precario, di buona sanità, di servizi socio sanitari efficienti, di una riforma fiscale equa che combatta l’evasione e di una legge sulla non autosufficenza. Non vogliamo interferire con la campagna elettorale, ma ci farà piacere inviatare i cittadini ad andare a votare : è una delle poche occasioni che abbiamo per esercitare un diritto che ci rende cittadini e non sudditi.

SABATO 3 SETTEMBRE (MATTINA):
MONZUNO PIAZZETTA BENASSI
PORRETTA PIAZZA DEI CADUTI
DOMENICA 4 SETTEMBRE (MATTINA):
LOIANO PIAZZA DEL COMUNE
MALALBERGO-ALTEDO SAGRA DELL’ORTICA
LUNEDI’ 5 SETTEMBRE (MATTINA):
CALDERARA PIAZZA DEL MERCATO
S. GIORGIO DI PIANO PIAZZA DELLA REPUBBLICA
VERGATO PIAZZA IV NOVEMBRE
ZOLA PREDOSA PIAZZA DELLA REPUBBLICA (MERCATO)
MARTEDI’ 6 SETTEMBRE (MATTINA):
QUARTIERE NAVILE PIAZZA DALLA
QUARTIERE PORTO / SARAGOZZA VIA A. COSTA (ANGOLO VIA I. BANDIERA)
QUARTIERE S. DONATO / S. VITALE VIA ANDREINI (COOP S. DONATO)
QUARTIERE SAVENA VIALE LINCOLN 5 (CENTRO COMMERCIALE FOSSOLO)
BUDRIO PIAZZALE DELLA GIOVENTU’ (MERCATO)
CREVALCORE PIAZZA (DAVANTI AL MUNICIPIO E ALLA CHIESA)
MONTE S. PIETRO PONTERIVABELLA (COOP RENO)
OZZANO PIAZZA ALLIENDE (MERCATO)
RIALE (ALLE 15 DEL POMERIGGIO) CENTRO FALCONE
S. PIETRO IN CASALE PIAZZA CALORI (MERCATO)
SASSO MARCONI PIAZZA DEI MARTIRI
MERCOLEDI’ 7 SETTEMBRE (MATTINA):
QUARTIERE BORGO / RENO VIA MANUZIO
QUARTIERE MURRI VIA LERCARO (GIARDINO LUNETTA GAMBERINI)
ARGELATO PIAZZA CADUTI DELLA LIBERTA’ (MERCATO)
CASALECCHIO CASA DELLA CONOSCENZA
CASTIGLIONE P. PIAZZA DEL COMUNE
GALLIERA-S.VENANZIO PIAZZA EROI DELLA LIBERTA’ (MERCATO)
PIANORO PIAZZA DEL COMUNE
VADO – MONZUNO PIAZZA DELLA LIBERTA’
CASTENASO PIAZZA DEL MERCATO
GIOVEDI’ 8 SETTEMBRE (MATTINA):
CASTEL MAGGIORE PIAZZA GIORGIO AMENDOLA (MERCATO)
MARZABOTTO VIA BRANCA ARIA DELLA RIPA FLORA
MOLINELLA SEDE SPI – VIA DEL LAVORO 25
MONGHIDORO PIAZZA DEL COMUNE
MEDICINA PIAZZA CENTRO COMMERCIALE MEDICI (COOP)
MONTEVEGLIO PIAZZA DEL MERCATO
VENERDI’ 9 SETTEMBRE (MATTINA):
BARICELLA PIAZZA PERTINI 6 (MERCATO)
BENTIVOGLIO PIAZZA ANDREA COSTA (MERCATO)
PIEVE -CASTELLO D’A. PIAZZA MARTIRI DELLA LIBERTA’ (MERCATO)
S. GIOVANNI IN P. PIAZZA DEL POPOLO
SALA BOLOGNESE PIAZZA DI PADULLE
SABATO 10 SETTEMBRE (MATTINA):
ALTEDO PIAZZA CARLINI (MERCATO)
ANZOLA PIAZZA BERLINGUER (MERCATO)
BAZZANO MERCATO
FUNO-ARGELATO PIAZZA DEL MERCATO
GRANAROLO SEDE SPI – VIA SAN DONATO 203
ALTEDO AREA MERCATO


Sulla situazione delle strutture per anziani a Bologna

Abbiamo appreso dalla stampa le dichiarazioni dell’assessore al Wefare di Bologna Luca Rizzo Nervo, rispetto alla critica situazione in cui versano le strutture per anziani, e alla possibilità di utilizzare le risorse del Fondo della non Autosufficienza per coprire l’aumento dei costi dei gestori pubblici, privati e accreditati.

Vogliamo ricordare a tutti che le norme, regionali e nazionali, prevedono che le risorse del Fondo sulla non autosufficienza siano destinate esclusivamente ai servizi da erogare alle persone malate e alle loro famiglie, risorse che peraltro sappiamo tutti che non sono sufficienti a garantire risposte adeguate ai bisogni dei cittadini. Vogliamo sperare, quindi, che l’assessore abbia voluto fare una provocazione rivolta in particolare alla necessità di aprire con la massima urgenza un confronto in Regione Emilia-Romagna per affrontare la situazione molto grave delle strutture residenziali che nessuno vuole negare.

Siamo consapevoli delle enormi difficoltà dovute anche ai rincari dei costi energetici, che da tempo denunciamo, e occorre che i soggetti preposti trovino risorse aggiuntive per scongiurare che questi aumenti ricadano sul taglio dei servizi essenziali o su rincari tariffari.

Il tema dell’aumento delle tariffe sollevato dall’assessore è una questione, per quanto ci riguarda, urgente, perché graverebbe ulteriormente sulle famiglie dei più fragili, che già hanno subito la riduzione dei servizi anche a causa della pandemia. Lo stress-test della crisi pandemica ha fatto emergere come ci sia la necessità di ripensare, invece, il sistema del welfare pubblico, pensando all’aumento dei bisogni sociali, ai bisogni assistenziali e ai bisogni sanitari.

Siamo di fronte a un progressivo invecchiamento della popolazione, e ad un vistoso cambiamento degli stili di vita. Ne consegue che c’è bisogno di maggior sostegno e assistenza sia per gli anziani, che per i fragili e per i lavoratori impegnati nel settore delle cure. Elementi che, per quanto ci riguarda, devono andare di pari passo.

La questione della carenza del personale dei profili sanitari e socio sanitari, ormai consolidato, richiede interventi di programmazione per formare personale adeguato, anche numericamente, necessario per garantire i servizi. In questo senso occorrono interventi coordinati con l’università e con tutti gli enti che si occupano di formazione di queste professionalità. Per coprire le ferie abbiamo avuto operatori che hanno fatto regolarmente doppi turni: non possiamo pensare che questa sia una prospettiva accettabile per le lavoratrici e i lavoratori. Bisogna ripensare queste professioni e renderle più “appetibili” sotto il profilo della carriera e della retribuzione. Se questo non viene affrontato in tempi rapidi, continueremo ad assistere a personale, soprattutto socio assistenziale, che sceglie di uscire dal circuito di lavori estremamente stressanti e totalizzanti. La qualità del servizio la si garantisce con la qualità del lavoro e con risorse adeguate a tutela di tutti cittadini.


Bologna, 15-16-17 giugno. Torna la Festa nazionale di LiberEtà

Incontri, dibattiti, premiazioni, ristoranti e stand con degustazioni, concerti, una manifestazione su pace, redditi e non autosufficienza.

Dopo due anni di stop a causa della pandemia torna finalmente la Festa nazionale di LiberEtàil mensile del sindacato dei pensionati della Cgil.

L’appuntamento è per il 15-16-17 giugno al Parco della Montagnola di Bologna.

La Festa sarà aperta alle ore 16 del 15 giugno dagli interventi del sindaco di Bologna Matteo Lepore, della Segretaria dello Spi-Cgil di Bologna Antonella Raspadori e del Segretario generale dello Spi-Cgil nazionale Ivan Pedretti.

A seguire si terranno i Premi LiberEtà 2022, quest’anno con il titolo “La cura”, e la premiazione dei Liberattivi.

In serata il concerto di Alexian Santino Spinelli e dell’Orchestra europea per la pace.

Il secondo giorno alle ore 17 si terrà invece il dibattito “Guerra e pace. Quale futuro per l’Europa”, moderato dalla direttrice di Left e a cui parteciperanno l’eurodeputato Brando Benifei, la Vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Elly Schlein, l’Arcivescovo di Bologna e Presidente della Cei mons. Matteo Zuppi, il Segretario generale dello Spi-Cgil nazionale Ivan Pedretti e il Segretario generale della Cgil nazionale Maurizio Landini.

In serata il concerto di Alberto Bertoli.

Venerdì 17 dalle ore 10 si terrà infine la manifestazione nazionale “Pace, redditi, non autosufficienza”, con gli interventi del Segretario generale dello Spi-Cgil nazionale Ivan Pedretti e del Segretario generale della Cgil nazionale Maurizio Landini.

Nel pomeriggio il dibattito “1922-2022. Oggi come ieri: giù le mani dalle Camere del Lavoro!”, con l’introduzione del Segretario generale dello Spi-Cgil Emilia-Romagna Raffaele Atti e gli interventi della Presidente Anpi Bologna e Vicepresidente Anpi nazionale Anna Cocchi, di Giulia Troiana della Rete degli studenti medi dell’Emilia-Romagna, del Segretario generale della Cgil Emilia-Romagna Massimo Bussandri e del Segretario generale dello Spi-Cgil nazionale Ivan Pedretti.

Chiude la tre giorni il concerto di Mirko Casadei.

Scarica il programma completo!